Per quattro anni di seguito l'associazione ArtEuganea ha ospitato a Galzignano (Padova) il gruppo milanese The Watch, riscoprendo in ogni occasione un pubblico sempre più interessato e appassionato alla musica progressive. Grazie al supporto organizzativo e logistico de La Mela di Newton, è stata data vita ad un festival immerso nel verde dei Colli, Euganea Prog. Il luogo ideale per questo evento non poteva che essere il suggestivo Anfiteatro del Venda, una conca naturale nella quale è stato allestito uno spettacolare palcoscenico panoramico. L'ambizioso progetto, si è sviluppato in due momenti, intrattenendo il pubblico per oltre 3 ore, spaziando dalla musica progressive contemporanea ad una delle pietre miliari del prog anni '70. Per l'occasione la band The Watch si è esibita con un repertorio originale che ha compreso anche brani tratti dall'ultimo lavoro discografico “Seven”. Altra formazione del panorama progressive italiano chiamata per la particolare occasione è stata il gruppo padovano Astralia. Nato nel 1999 su iniziativa del bassista e compositore Riccardo Loriggiola, il gruppo propone sonorità rievocanti band storiche quali King Crimson, Rush e Queensryche attraverso brani originali tratti da album di propria produzione. Sono stati loro a chiudere la prima parte di “Euganea Prog 2017”. Nella seconda ed ultima parte della serata la rievocazione dell'album “Foxtrot” (1972) dei Genesis nell'interpretazione della band The Watch.

Video Promo